Come effettuare un analisi del fieno

December 10, 2013

Posted by SBSI in Alimentazione

Horses eating hay Indipendentemente dal tipo di cavallo, il foraggio dovrebbe essere il fondamento della sua razione. Anche chi ha a disposizione i pascoli migliori si accorgerà ad un certo punto dell’anno che deve sostituirli con un'altra forma di foraggio e che la più comune forma di sostituzione del pascolo è il fieno. Con il foraggio come fondamento, tutti gli altri componenti della dieta dovrebbero costituire una integrazione di quello che manca, aumentando l’equilibrio di alcuni nutrienti. Per quanto i foraggi possono essere valutati visivamente, l’unico modo per conoscere con precisione il contenuto di nutrienti del vostro foraggio è farlo analizzare da un laboratorio.

L’analisi del fieno è più facile ed economica da eseguire di quanto molte persone credano ed è degna di attenzione se uno compera grandi quantità di foraggio alla volta. Infatti se il fieno viene analizzato prima dell’acquisto e sapete come decifrare le analisi, potete determinare se quel fieno è un investimento appropriato. Di seguito vi mostrerò come prelevare un buon campione per le analisi e cosa sono alcuni risultati delle analisi che potete usare per decidere se un certo lotto di fieno è adatto per il fabbisogno del vostro cavallo.

Prelevare un Campione

hay testing 2 Il primo passo quando si analizza un foraggio è prelevare un campione rappresentativo. Poiché il principale sostituto del pascolo è il fieno, ci concentreremo su come ottenere un buon campione di fieno anche se si può far analizzare qualsiasi forma di foraggio. Ottenere un campione rappresentativo significa prendere del fieno da 15-20 balle che è il motivo per cui non ha senso farlo se comperate solo piccole quantità per volta. Di sicuro sottoporre ad analisi qualsiasi quantità vi darà delle informazioni generali che possono rivelarsi utili, ma i risultati ottenuti da piccoli campioni saranno meno accurati. Ogni lotto di fieno è diverso anche se proviene dallo stesso campo per cui idealmente ogni lotto dovrebbe essere testato per rilevare eventuali variazioni. 

Per quanto prelevare una manciata dal centro di diverse balle vada bene, per prendere un campione realmente rappresentativo è necessario utilizzare una sonda per fieno. Questa può essere acquistata online ed una delle sonde più facili da usare è il Penn State Corer, che può essere attaccato ad un trapano elettrico. Una sonda può anche essere ricavata da una mazza da golf affilata (staccandone l’estremità) ma facendo attenzione che il metallo non contenga rame o ferro che possono contaminare il campione. Inserite la sonda 30-40 cm all’interno della balla dal centro dell’estremità corta, in modo da prelevare una sezione di più falde. Svuotate il contenuto della sonda ottenuto da diverse balle in un sacchetto, come la Ziplog bag, mescolateli insieme nel sacchetto e speditelo al laboratorio utilizzando il loro modulo di richiesta. Hay testing 3

Decifrare i Risultati delle Analisi

È possibile eseguire una varietà di analisi, ma alcuni dei parametri più facili da guardare per determinare la qualità sono il valore nutritivo relativo (RFV), il contenuto di energia digeribile (DE), la fibra neutro detersa (NDF) e la fibra acido detersa (ADF), carboidrati solubili in acqua (WSC), amido e proteina grezza (CP).

Valore Nutritivo Relativo

Il valore nutritivo relativo è un sistema per misurare la qualità del fieno che prende in considerazione il consumo e la digeribilità previsti come indicatori della sua maturità. Il sistema è stato pensato per essere usato nei ruminanti ma ha comunque validità anche nella valutazione del fieno per i cavalli. Quando il RFV aumenta oltre 100 aumenta la qualità ed un RFV sotto 100 è indicatore di bassa qualità. Comparando gli RFV di fieni diversi è un sistema facile per determinare velocemente quale è di qualità migliore. 

Energia Digeribile

L’energia digeribile (DE) per i cavalli non viene calcolata da tutti i laboratori, quindi vi dovete assicurare di inviare il vostro campione ad un laboratorio che esegua analisi specifiche per cavalli. La DE per grammo indicherà quante calorie per grammo riceverà il vostro cavallo. I cavalli sportivi, le fattrici ed i puledri trarranno beneficio da fieno con alti valori di DE (più di 0,9 Mcal/lb) rispetto a quei soggetti che assimilando molto facilmente trarranno beneficio da DE inferiori (meno di 0,9 Mcal/lb). Fornendo a questi ultimi fieno con meno calorie sarete in grado di darne loro di più che è positivo per ridurre il rischio di vizi da noia e per il benessere del loro tratto intestinale.

Carboidrati

I carboidrati si trovano in diverse forme alcune delle quali sono strutturali e fanno parte della parete cellulare ed altre non strutturali all’interno delle cellule. I carboidrati strutturali aiutano a dare resistenza alle piante durante la crescita e sono di natura più complessa. La conseguenza è che essi non possono essere digeriti dagli enzimi nel piccolo intestino del cavallo, e richiedono invece una fermentazione microbica nel grosso intestino. Al contrario dei carboidrati non strutturali (NSC) che comprendono l’amido e gli zuccheri che per la maggior parte sono digeriti per via enzimatica ed assorbiti nel piccolo intestino. 

Carboidrati Non-Strutturali

Hay testing 1 L’amido e gli zuccheri semplici entrano nel circolo sanguigno comportando un aumento del glucosio ematico ed in seguito dell’insulina. Per i cavalli sensibili ai carboidrati immediatamente disponibili come quelli affetti da miopatia da accumulo di polisaccaridi (PSSM) o che soffrono di refrattarietà all’insulina (spesso definita come insulino resistenza), con anamnesi di laminite, o che soffrono della sindrome metabolica equina, la riduzione delle variazioni del glucosio ematico regolando l’ingestione di NSC è un fattore fondamentale per una gestione di successo. Quindi conoscere il tenore di NSC dei foraggi che somministrate a questi cavalli è importante.

È generalmente accettato che questi soggetti dovrebbero consumare foraggi con un contenuto di NSC di non più del 12% sulla sostanza secca. Quando guardate i risultati delle analisi che ricevete dal laboratorio spesso troverete due colonne di numeri una titolata “tal quale” ed un’altra “sostanza secca”. Tutti gli alimenti nella forma in cui si trovano quando somministrati contengono una certa quantità di umidità (rappresentata dai valori sul tal quale) e mentre questo è ciò che il cavallo ingerisce, esso rende difficile il confronto tra alimenti, motivo per cui i nutrizionisti li comparano sula base della sostanza secca, senza la frazione costituita dall’acqua.

L’analisi del vostro foraggio può non indicare un valore di NSC ma se avete i valori della percentuale di amido e dei carboidrati idrosolubili (WSC) potete calcolare la NSC sommando i due valori. I carboidrati solubili in acqua sono, esattamente come suggerisce il nome, solubili in acqua. Questo significa che se il vostro fieno fornisce più del 12% di NSC e state alimentando un cavallo sensibile, potete in qualche modo abbassarne il livello bagnando il fieno prima di somministrarlo. Mettere il fieno a bagno per 30 minuti è in genere sufficiente per abbassare i WSC senza eliminare altri nutrienti, mentre il contenuto in WSC varia. Per essere certi che il bagno abbia rimosso abbastanza WSC per rendere il fieno sicuro da somministrare, un campione dovrebbe essere testato dal laboratorio.

Avrete probabilmente sentito parlare anche di carboidrati solubili in etere (ESC). Sono gli zuccheri semplici che assieme all’amido entrano nel circolo sanguigno dal piccolo intestino, sono una delle componenti dei WSC anche se non comprendono la frazione totale dei WSC. Poiché gli ESC e l’amido influenzano direttamente i livelli di glucosio ematico, alcuni esperti prestano maggior attenzione ai loro livelli nel foraggio piuttosto che al valore di WSC ed amidi raccomandando che gli ESC più l’amido dovrebbero essere al 10% o meno per cavalli sensibili.

hay testing 4 La differenza tra le frazioni WSC ed ESC può essere usato per stimare il contenuto in fruttani. I fruttani sono zuccheri ma data la loro struttura complessa non vengono digeriti dagli enzimi nel piccolo intestino ma vanno incontro a fermentazione microbica nel grosso intestino. Questo processo è simile alla fermentazione dei carboidrati strutturali benché i fruttani siano molto facili da fermentare, cosa che può causare problemi come produzione di gas e alterazioni dell’ambiente intestinale in alcuni cavalli. Poichè i fruttani contenuti nell’erba durante la stagione fredda sono di grande preoccupazione nei cavalli sensibili (specialmente quelli con anamnesi di laminite), è assolutamente raccomandabile scegliere fieni con basso contenuto in NSC per questi cavalli.

Carboidrati Strutturali

I valori di fibra neutra ed acido detersa sono misure dei carboidrati strutturali e quindi i loro livelli aumentano con la maturazione della pianta rendendoli un indicatore della maturità del fieno al momento dello sfalcio. La fibra neutro detersa come misura del contenuto di parete cellulare aumenta col maturare della pianta ed è un indicatore di quanto palatabile sia il fieno. Quando la pianta matura la proporzione di cellulosa e lignina (ADF) aumenta e la pianta diventa meno digeribile. I livelli di NDF sotto il 40% sono eccellenti e sopra il 65% difficilmente verranno ingeriti. Valori di ADF sopra il 45% hanno un valore nutritivo basso e sotto il 31% sono eccellenti. I cavalli che lavorano intensamente, le fattrici ed i puledri trarranno beneficio da fieni con eccellenti NDF ed ADF ed i cavalli che assimilano molto facilmente potranno consumare più fieno se esso avrà contenuti di NDF ed ADF leggermente maggiori.

Proteina Grezza

La Proteina Grezza (CP) nel fieno è la stima grezza del contenuto proteico effettivo. I legumi tipicamente hanno un contenuto di proteina grezza elevato (18,5- 23,5%) mentre il fieno di erba ha contenuti medi (7-15%) ed il fieno di cereali i più bassi (5,5-11%). Lo stadio di maturazione al momento del taglio influenza il contenuto proteico con il fieno più maturo che ha il minor contenuto in proteina grezza. Se viene somministrata una quantità sufficientemente abbondante di fieno con basso contenuto proteico è ancora possibile soddisfare il fabbisogno proteico di un cavallo. Altrimenti, quando si somministra del fieno di erba o cereali a basso contenuto proteico , si può aggiungere del fieno di leguminose per aumentare il livello totale di proteine.

Cavalli giovani in crescita hanno il maggior fabbisogno di proteine nella loro razione, di nuovo rendendoli candidati per i tagli meno maturi , di migliore qualità. Mentre è possibile soddisfare la maggior parte del fabbisogno proteico di un cavallo anche quando si somministra del fieno a basso contenuto proteico, la qualità di queste proteine può non essere adeguata per soddisfare i loro fabbisogni e può essere necessario in queste situazioni somministrare una fonte di proteine di buona qualità come quelle che si trovano in molti integratori e concentrati commerciali.

Altre Analisi

Hay Molte più informazioni sono fornite sul foglio di analisi compresi i livelli di numerosi minerali, che possono essere molto benefici nell’aiutare a determinare quale alimento e supplementi completeranno il vostro fieno ed assicureranno una dieta bilanciata. Sapere cosa fare con questi dati può confondere ed è per questo raccomandabile lavorare con un nutrizionista equino professionista.

In conclusione

Il foraggio è molto più che semplicemente una quantità – costituisce la maggior parte della razione del vostro cavallo ed è quindi la principale fonte di nutrimento, probabilmente uno dei maggiori costi che affrontate ogni anno. Mentre può sembrare irragionevolmente costoso, prendere delle decisioni informate e pagare per un foraggio di buona qualità vi farà risparmiare denaro in altri settori. Analizzare il fieno vi può aiutare a prendere buone decisioni di acquisto ed una volta fatto l’acquisto vi aiuterà a scegliere gli integratori ed i supplementi opportuni.

__________________________________________________________________________________

Clair bio pic Il Dr. Clair Thunes , alimentarista indipendente e proprietaria del Summit Equine Nutrition LLC, lavora per eliminare l’approssimazione nell’alimentazione equina e fornire ai sui clienti la consapevolezza che i loro cavalli ricevano esattamente quello di cui hanno bisogno. Clair ha esperienza nella formulazione di programmi nutrizionali completi per stalloni in attività sportiva e riproduttiva. Il suo programma Strong StartTM assicura una nutrizione corretta per il puledro dal concepimento fino al suo primo compleanno ed ulteriori dettagli li potete trovare qui . Contattate Clair all’indirizzo clair@summit-equine.com per conoscere meglio come il suo programma possa beneficiare il vostro allevamento.

Photo credit for photos of hay testing procedure - Padma Video.


Log in to join the conversation.

Please Note - photos used in these news articles are available in the public domain, have been purchased through istockphoto or (when referencing breeders or horses) have been submitted to Select Breeders Services Inc. by the breeding farm or horse owner. Photo credit has been provided where applicable. If at anytime you see something that needs to be addressed please feel free to contact us directly.

Sign up for our Email Newsletter

Just enter your email address below!

Flag it
Clicca sulla Bandiera Italiana per visualizzare gli articoli tradotti in italiano.


Flag us
Click on the English flag to see articles in English.